Emorroidi PDF Stampa
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Il fegato è l' organo preposto alla trasformazione delle sostanze di scarto che diventano in parte bile ed in parte riversate nell’intestino ed eliminate naturalmente,  meglio se con regolarità giornaliera, al fine di evitare che restino più del dovuto nel nostro organismo. Il sangue affluisce al fegato tramite la vena porta, che parte dall’ano e risale verso il fegato e raccoglie tutte le scorie prodotte dalla normale vita e metabolismo delle cellule (digestione intestinale e milza). Quando il flusso di sostanze tossiche è superiore a quello che il fegato può smaltire si viene a creare una situazione critica e pericolosa definibile come un ingorgo. La vena si gonfia sino a provocare la rottura dei vasi sanguigni nell’ano, di conseguenza le emorroidi fuoriescono, spesso scoppiano, disperdendo sangue, pieno di scorie, sporco ed avvelenato. Se non trova più questa strada che spesso è trattata chirurgicamente, il corpo andrà a trovare altre vie pur di liberarsi di quanto ha in eccesso. Per questo motivo possiamo comprendere il meccanismo che favorisce l’ulcera cutanea. Questa è un modo intelligente con cui il nostro corpo risponde ad uno stato di accumulo di scorie ed acidi. L’ulcera si forma in prossimità del posto dove le scorie sono maggiori o nella zona del malleolo che presenta caratteristiche favorevoli alla sua formazione. L’ulcera quindi, è un benevolo accorgimento, che il nostro corpo usa per difendersi da problemi maggiori e dovrebbe farci riflettere su cosa possiamo fare per evitare al nostro corpo situazioni di emergenza. Infatti quando l’organismo non si riesce a liberarsi completamente delle scorie acide, i tessuti, gli organi, le ghiandole possono essere danneggiati, determinando patologie importanti; ogni organismo reagisce in maniera diversa. E’ molto importante cercare di mantenere gli organi interni in uno stato ottimale di ph, con una alimentazione adeguata e più ancora con l’acqua alcalina ricca di carbonati di calcio, sodio, potassio, ecc…Come abbiamo visto per le micosi che sono trattate localmente, anche le cisti oltre che chirurgicamente, spesso sono state fatte uscire dal corpo inoculando gocce di acqua con alto tasso di ph basico, acqua ricavata con prodotti che si trovano facilmente in farmacia. Le applicazioni possono durare qualche settimana o anche qualche mese, ma poi la ciste viene fuori, si forma una ferita, che si richiude in maniera molto naturale. Infatti Paracelso diceva: "Ovunque debba uscire qualcosa, il corpo umano ha un orifizio e se qualcosa deve uscire lì dove il corpo umano non ha l'orefizio, allora fanne tu uno."   Il nostro corpo quando sente la necessità di espellere qualcosa che i reni, il fegato non riesce a metabolizzare e/o ad eliminare, crea strade improprie quali valvole di scarico. Molto spesso noi ci soffermiamo solo sui sintomi, dando poca importanza ai motivi che hanno determinato gli eventi, E' un pò come se andassimo a tappare la valvola della pentola a pressione per non sentire più il fischio che ci procura fastidio. Sembra strano ma è questo quello che facciamo abitualmente, mettendo quasi la testa sotto la sabbia come fa lo struzzo. Dovremmo stare attenti ai segnali che il corpo intelligentemente ci da, perchè se non si risolve il problema a monte tutto diventa un rimedio momentaneo, illusorio e spesso controproducente. E' un pò quello che facciamo con le ulcere, con i foruncoli e più ancora con le emorroidi. Migliorando la nostra alimentazione e principalmente bevendo acqua alcalina, favoriamo l'eliminazione delle scorie acide in eccesso e che il fegato non riesce a metabolizzare, piano piano l'ingorgo svanisce e la vita ci torna a sorridere.                                                  


Torna alla home
 

Gabriella Sperandio - Agenzia di Marketing