Carie PDF Stampa
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
La carie dei denti è una delle tante patologie che colpiscono i popoli ad alto tenore di vita e ha un’incidenza piuttosto elevata. Le cause che la determinano sono
ancora poco note, ma in genere i fattori principali consistono nella deposizione della placca alimentare, che si arricchisce di componenti salivari e costituisce un
terreno favorevolissimo allo sviluppo di una flora batterica, che va ad alterare il naturale equilibrio batterico nella cavità orale. Una buona prevenzione consiste in una corretta igiene orale che è di fondamentale importanza per evitare la formazione di carie. Il suo scopo è l’allontanamento dal cavo orale delle sostanze cariogene, rappresentate dai residui alimentari e dalla placca batterica. Per ottenere tale risultato, i denti vanno lavati dopo ogni pasto e con particolare cura la sera, in quanto durante la notte eventuali residui alimentari sono facilmente trasformati in acido dai batteri presenti nella placca. La formazione della carie è tra l’altro favorita dal prelievo del calcio che il nostro corpo effettua per bilanciare situazioni di eccesso di acidità, calcio che in prima battuta trova nelle ossa e poi nell’apparato dentale. Nei bambini questa cosa è più evidente, infatti il nostro organismo ricorre principalmente al calcio che è nei denti, nella certezza che questi verranno rimpiazzati (osteoporosi infantile). Come per il tartaro dentale possiamo prevenire la carie mantenendo un ph adeguato nel cavo orale e nella nostra saliva.

Torna alla home
 

Gabriella Sperandio - Agenzia di Marketing